domenica 3 ottobre 2010

Epithymia. (HardTuba)

Buio.
Boccate calde.
Macchie leggere, di luce, monitor, lampada, scrivania, ditate, cenere, divano, crepe nel muro.
Ti calchi la tuba in testa.
Inizi.

Le mani sul body, sussurra il tessuto che pulsa di musica.
Un ritmo che è dolce, che è blu, di vetro che vibra.
Poi mani più giù, sui tuoi fianchi nudi, le cosce, le autoreggenti.
Soffio di carne, di macchie di luce, boccate di caldo, di scarpe col tacco.
Ti muovi, ti muovi, io vibro, tu vibri.
Curve di panna, fette di lampada, turgide, freddo di schermo, calda boccata, danzi, ti volti, ti pieghi, ti curvi, un filo di stoffa, le labbra, le chiappe, il naso che sfiora la pelle segreta, mi blocchi la mano che vuole la carne, il brivido fresco, e ti muovi.
Ti muovi.
Seno che ondeggia, capezzolo sfugge, mi tocca le labbra e ritrai, ritorna là sotto, quel bordo, a sudare, e via quella tuba, liberi riccioli, boccata di caldo nell’aria, sei lì, nel silenzio affamato, che pieghi una gamba, un arco di carne e saliva, la allarghi con gesto tranquillo, la posi col tacco sul braccio, il divano, ti apri sinuosa seguendo quel ritmo, sussulti, ti tendi, il profumo di fica che chiude i miei occhi, la mano che blocca il tuo piede dov’è, sento il nylon, rimani, le dita che affondano, natica nuda, il mio viso che morde il tuo succo che è sodo, ma tu ridi, divincoli, e muovi.
Ti muovi.
Ti allontani, sorriso puttana, il tuo culo sfiorato da luci affamate.
Ti giri, le tette scoperte, le mani, il buio sonoro, ricalchi la tuba, l’ombra sugli occhi, le gambe ora strette, struscianti, ti spogli, ti danzi e concedi, ti pieghi, vagina alla lingua, lo sguardo, la smania, il toccare, mani sporche da uomo su pelle tersa di donna, strizzare, succhiare, avere, godere.

Mi fai un gesto col dito: avvicinati, stronzo.
Mi alzo, ti seguo.
Cammini, sedere di latte, la schiena, i capelli, occhi verdi improvvisi, il tuo collo, la spalla, la guancia, son miei, sono notte, sono duro.
Sono tuo.

Sotto la tuba, solo scarpe col tacco.

17 commenti:

Michiamomitia - fu fatacarabina ha detto...

Applausiiiiiiiii!!!!!
Letteratura, signori!!
Bravo pepper

peppermind ha detto...

@Fata: NOn so che dire... grazie ç__ç

pyperita ha detto...

Non ho l'età per questo genere di letture :)

Iskah ha detto...

Lo sai che quando scivoli su questi "versanti" la tua penna è più felice che mai?

Claudio dei Norma ha detto...

E me sa pure il pennino.
Teh.

Giangidoe ha detto...

Mi sento sempre più in soggezione, quando passo di qua. Ma porca putt... (giusto per rimanere in tema)

Anonimo ha detto...

molto bello ed erotico assai...
(tanto che a un certo punto ho pensato di mettermi anche io una tuba...poi mi sono detta che no...meglio di no, via...)
:))
gmai

peppermind ha detto...

@Pyperita: ah, manco io... le scrivo e basta, mica le leggo >.>

@Iskah: Grazie... e no, non lo sapevo, anzi, mica mi convince ancora a me :P

@Claudio: Ah, quello sì... immagino (ipnagogia son cose immaginate, tra fantasia e realtà... non mi sbilancio di più)

@Giangi: Ma dai... grazie, ma... ma dai!

@Gimmy: Ok, andata! La prossima che ci si vede: tuba e niente sotto!
Ormai l'hai detto!
(grazie eh? :))

Anonimo ha detto...

eeehhh, mi mancano solo il capello riccio (che chissà perchè in effetti ci sta la morte sua sotto la tuba!) e qualche centimetro, giusto per non farla sembrare un tentativo di allungamento artificiale/artificioso o un cappello che cammina da solo...
:)

però se la porti io me la metto!
(sul nuda avrei qualche perplessità...ma hai visto mai, fossimo al mare, me la calco sul costume!)
;)
gmai

Claudio dei Norma ha detto...

TU-BA! TU-BA! TU-BA! TU-BA!!!

http://www.youtube.com/watch?v=YsxPDhoNoiU&feature=related

(In realtà è un sousaphone, la versione da banda. E comunque ORA E SEMPRE TUBA!)

cristina13 ha detto...

un duetto tra tube e tubi, puro stile Pepper

peppermind ha detto...

@Gmai: Ok, la porto.
Tu pensi che no, ma io invece che sì.

@Claudio: eh sì, quello è un susaphone... qui c'è un grande "tubista": http://www.youtube.com/watch?v=PBPeekVEi4U&feature=related

(versione di Thriller dei mitici LBBF, tutta fiati e batteria)

@C13: duetto o solo, o solo soletto me ne vo... :P

Claudio dei Norma ha detto...

Ti giuro su mio padre che avevo pensato di lasciarti questa cover prima di optare per il video che hai visto. Te lo giuro. E questo tuo rimando mi spiega altre cose. Ma guarda che è incredibile.
Adoro Lester Bowie e quel trichecone di Famadou Don Moye dall'epoca di Fanfare For The Warriors. E a dire il vero, apprezzavo moltissimo anche i lavori del fratello Joseph, il periodo Thermonuclear Sweat - Crisis in particolare.
Che gioia mi dà questa corrispondenza.
Ti abbraccio forte, Pepster.

VicKy ha detto...

Non voglio fare la seria seriosa, anche perché leggo in ritardo, però leggere questo stamattina mi ha fatto scendere quelle lacrime che conservo, trattengo, respingo e rifiuto.
Forse perché penso che quando non c'è più questa passione è finito l'amore...
scusa

peppermind ha detto...

@Claudio: Grandissimo... non credevo li conoscessi!
Mitici veramente, io li ascoltai loa prima volta in Avant Pop, che disco, che disco!

@VicKy: Fai la seria quanto vuoi, ci mancherebbe!
E comunque si può avere queste voglie anche senza amore, consolati.
Oppure amareggiati ancora di più >.>

VicKy ha detto...

Mi amareggio, forse, anche se ognuno è libero di fare ginnastica senza amore o di amare 'aerobicamente'.

Però, nelle tue parole c'è qualcosa di più. Quel di più che ti fa sentire e scrivere così. Nelle tue parole c'è un desiderio profondo, anche se si tratta di una sola volta, anche se non sarà amore.

Anonimo ha detto...

hai voglia di scrivere un racconto su una scena di ordinaria follia in ufficio???
http://www.euroffice.it/_pages/cms_cp430.aspx
ciao ;)