lunedì 6 aprile 2009

Disturbi temporali in Val Padana.


Per combattere i periodi grigi del mio pensiero, ma anche quelli di altri colori (che sono un pessimista multiculturale, io), colleziono
e-mail di clienti.
Mi strappano dal mio grande e freddo universo, per gettarmi nel loro afoso e piccolo mondo antico.
Lo faccio da un bel pezzo.

Questa mail infatti è vecchiotta, ma mi causa sempre quell'allegra voglia di ballare immerso nella canicola, senza ascoltare ciò di cui ciancia il significato, ma seguendo solo il ritmo tribale delle parole del cliente.

"Sent: Friday, June 01, 2007 1:02 PM (ecco, QUESTA è l'ora, le 13:02)

Buongiorno, l'invio fax in oggetto ha il seguente problema:
CI SONO 25 ORDINI BLOCCATI. ABBIAMO AVUTO UN PROBLEMA CON LA SERALE (mi spiace che la sera ti crei fastidi...) E NON SO SE IL RALLENTAMENTO SIA DOVUTO AL MATTINO ANCORA IN CORSO. (Uhm, allora è il mattino che ti dà noie? Ti sento indeciso...)
CONTATTARE AL N° 666555999.
GRAZIE...."

Ora, lasciamo perdere il problema con la serale, boh, la scuola serale? La sera dei nostri inverni passati? Che cosa successe a Baby Jane quella notte?

A parte quello e a parte pure:


-Che cos'hai Cicci?
-Non so... mi sa che mi son beccato un po' di mattino...
-Dai, ti preparo un lattuccio, tu stai sotto le coperte, vedrai che passa...

che il mattino non è qualcosa di cui si soffre, e di certo non è una piaga sociale che affligge le nostre connessioni per bene.

A parte tutto, e anche abbandonando il candore semantico che mi contraddistingue e fa di me un uomo migliore, sappi che:

NON È PIÙ MATTINO!

O per usare il tuo linguaggio: non è più in corso, è fuori corso, tipo le millelire con giuseppeverdi.


Ormai è l'una PM, cioé, post meridian, del meriggio, via!
E credo fermamente nelle definizioni per convenzione: se l'abbiamo chiamata "una pomeridiana", invece che "una pomeridiana, sì, ma sappiamo tutti che è ancora mattino, dai", vuol dire che è pomeriggio, e non permetterò che tu derubi l'umanità di questo grande passo verso un mondo migliore!

Anche perché che è ancora mattina all'una, in Briansa non ci crede nessuno, tajes i cavei, e va a laurà, barbun!

SE TELEFONANDO IO POTESSI DARTI LE PREVISIONI DEL TEMPO, IO TI DIREI CHE ALL'UNA DI POMERIGGIO CI SARÀ GROSSO POMERIGGIO...

6 commenti:

m.k. ha detto...

Cerca di essere comprensivo con il prossimo, può capitare a tutti un blocco temporale ;)
a me ad esempio il lunedì vola e arrivano le 13.02 e son convinta sia al massimo mesdì, poi il martedì inizio a temporeggiare fino al venerdì..ecco il venerdì poi non passa più e alle 11 vorrei fossero le 18.
Vedi ora è l'ora del caffè anche se un po' in ritardo...vado a berlo ciaooo!!!

peppermind ha detto...

Cara m.k., a me tocca essere comprensivo per contratto... almeno nella mia ampia e confortevole TESTA®, rido del mio prossimo, e rompo le palle a gratis!

Anonimo ha detto...

a me dà più noie il primo pomeriggio...si si...quell'ora un pò terra di nessuno tra le 2 e le 3 (PM) in cui dovrei riprendere per la seconda volta a lavorare (già avevo fatto la fatica al mattino!).
non ti interessa?
quasi quasi ti mando una mail e te lo dico...
gmai

peppermind ha detto...

Manda pure, gmai, si pubblica al volo... (l'ingaglioffimento tra le due e le tre è problema tecnico noto: ci stiamo lavorando!)

lise.charmel ha detto...

ma non si era ancora sbloccato il problema! non capisci? finché il problema non si risolve lui non può uscire a pranzo, perciò nella sua testa (e probabilmente nel suo stomaco) deve convincersi che è ancora mattino, altrimenti chi lo tiene più?

peppermind ha detto...

Lise... sono ammirato: è TROPPO come dici tu @__@