venerdì 26 giugno 2009

Humor Grigio #10

E dopo tanto rumor gigio, un po' di sano humor grigio per augurarvi buon week end.
Sì, OK, vi voglio MALE.

(Attenzione alla cronologia)

8.52 AM
Arrivo in ufficio, completamente in marasma per il sonno.
Sono il primo.

8.53 AM
Arriva Impossible.
Mi vede.

The Impossible: Ciao Pepper.

Io: Ciao Impy.

8.54 AM
Dopo meno di un minuto di inquadramento della preda, valutazione del suo stato emotivo, parte con la bomba.

The Impossible: ... sai?
Stanotte ho sognato quella canzone... Is de end of de uorld ui nou... sai, quella lì? (Non sa l'inglese)

Io: ... (lo guardo con occhio che affoga in un mare di pesce lesso)

The Impossible: Mi sa che ero proprio nella fase massima di REM!

8.55 AM
Vado a prendermi un caffè doppio.
Piangerò quando sarò sveglio.

... e ricorda: con Impossible, è livore a prima vista!

13 commenti:

Anonimo ha detto...

ah..la canzone era forse: superimpossible superidiot!?
:))
adoro i rem...parte la capocciata secca se me li toccate!
(io vi ho avvisato...)
gmai

Anonimo ha detto...

It’s the end of the world as we know it and I feel fine.
naturalmente...
gmai che non stava tranquilla se no.

peppermind ha detto...

Tass, che da quando ho subito questa battuta, dalle 8.53 per l'esattezza, ci hoin testa il mutivett... anche nella sua urenda versione ligabovina...

Anonimo ha detto...

nnnuuuuuu!
ti sono vicina assai!
:/
gmai

Onan ha detto...

Faccio solo un breve intervento, ma devo rispondere proprio per non essere scortese, visto che sono stato tirato in ballo.
Infatti alle 12:08 del 26 giugno 2009 nel blog "Metempsicosi", in un commento al post intitolato "E dopo: le orge pedofili [sic] dello psiconano", lei chiede se io abbia letto un articolo che consigliavo a LH. Quell’articolo, che ho letto e che condivido, io lo consigliavo perché ero stato trattato a male parole per aver detto di stimare molto più Miglio (vero pensatore e vero scienziato della politica) rispetto a Montanelli (borghesuccio parafascista) e a Biagi (democristianone dal cervello fino). Essendo profondamente convinto che le banche andrebbero nazionalizzate o svaligiate piuttosto che gestite, segnalavo poi, di fronte al paradosso morente (non morto, ma morente: chissà quanto tempo ci metterà a morire, forse decenni) presentao da L.H., un paradosso morto: cioè un compianto sindacalista che è uno dei (molti) principali protagonisti delle politiche di frammentazione e precarizzazione del mondo del lavoro. L’articolo di Carmillaonline non viene considerato degno di nota da L.H. perché non ritiene che l’autore conosca Marx, e la cosa invalida il contenuto di tutto l’articolo. Per L.H. (ci si potrebbe chiedere quanto e come conosca lei Marx, chissà) ed il suo pensiero tranchant (quindi molto poco filosofico) chi non è antiberlusconiano non è degno di nota. Ma appunto io non sono antiberlusconiano, perché il governo Berlusconi IV è l’epifenomeno di un processo decennale di smantellamento del welfare, di svuotamento di senso della politica, di televisizzazione dello spazio sociale (non sono io a doverle ricordare che il Pci fece accordi con l’imprenditore Berlusconi, vero?), di ideologia securitaria (la Turco-Napolitano ha istituito i cpt ed ha iniziato una criminalizzazione dell’immigrazione), etc. Sarebbe ingeneroso prendersela con Berlusconi, o almeno solo per lui, per queste situazioni.

Lei mi chiederà perché io scriva qui; visto che mi aveva chiamato in causa e che non posso commentare nel blog “Metempsicosi” in quanto inibito ai commenti con sinistro(rso) “SPARISCI” e da uno stop telematico (chiusi i commenti per me), rispondo qui, e qui mi fermo.

Onan

peppermind ha detto...

Caro Onan, mi chiedevo se avessi letto quell'articolo perché, da quell'articolo, traevi la conclusione che si sostenesse che lo stato attuale di relazioni esistente tra il reale, la televisione e il lavoro, fosse colpa del comportamento sindacale.
Ma nell'articolo si invita a non dimenticare le colpe di un certo comportamento sindacale, ben rappresentato da Trentin, che ha PERMESSO quello che ben altre forze in campo volevano fare, e hanno fatto, di questo esistente.
Tutto qui il mio dubbio numero 1.
NOn mi piace il modo di argomentare attuale, di cui tu ti fai fresco, e articolato, al contrario del solito, esponente, che tende a confutare ipotesi attraverso la presentazione di ipotesi opposte.
Se per me, ipotetico me, Berlusconi è il fautore, insieme alla sua genìa imprenditoriale, dello stato del lavoro attuale, puoi tirarmi in campo tutti gli altri fattori indubbi del processo, rimane che la mia convinzione non cambia per motivi che potrei anche spiegare (sempre ipoteticamente), i quali motivi non sono stati confutati.
(Se per me 2+2 fa 4, puoi anche dirmi che però anche 3+1 fa 4, non cambio la mia idea: 2+2 mi fa sempre 4).

La faccenda del paradosso morente invece non l'avevo capita, e quindi ok, bene così.
Mi sembra un accostamento quantomeno stiracchiato, ma non ho voglia di discuterne... son cacchi tuoi e di LH.

Anonimo ha detto...

onan il barbaro?
ops...mi scusi signor onan...non volevo, mi è scappato così, ho una mente un pò onanista e autoreferenziale...ooops, mi scusi di nuovo. Accidenti, devo stare più attenta! Del resto letto al contrario onan è nano e non vorrei che lei sia berlusconiano per così bassi motivi. Perdoni l'intrusione, e perdonala anche tu Pep, è che io, cresciuta a pane, marx, lavoro e purghe (quelle le prese mio nonno...dicevano che non era tanto regolare)..faccio fatica a star lì ad apprezzare menti eccelse come quella di Miglio.
E guardi, per rispetto delle idee altrui, mi astengo da tutti i calambour che mi vengono con miglio!
Mi scusi ancora, ancora ed ancora.
Se ha bisogno per svaligiare le banche, sono molto miope ma ho tanto culo quanto mr. magoo, potrei darle una mano...

peppermind ha detto...

Volevo aggiungere che:

1) non so niente di accordi tra PCI e Berlusconi (e anche se ci fossero stati, sai che c'è... faceva cacare il PCI e Berlusconi è OK? What a strange logic you have...), e immagino non ci si riferisse a questo:
http://pcampoli.blogspot.com/2007/05/diliberto-complice-e-colluso-con-la.html

2) imputare la criminalizzazione dalla Turco-Napolitano, quando poi si è ammiratori di Miglio, mi lasciaun peletto interdetto... se non altro perché quella legge è stata fatta proprio perché ormai un parlamento leghizzato chiedeva la criminalizzazione dello straniero, e allora la sinistra risponde fiaccamente, come suo solito... ma se risponde male, non toglie che la domanda è stata fatta da altri: la criminalizzazione dell'immigrato l'ha iniziata la Lega, o meglio, quelli che vedo tutti i giorni e che storcono il naso di fronte a chi non parla milanès, non diciamoci palle.

È sciuramente ingeneroso prendersela solo con Berlusconi per lo stato delle cose, ma è anche sensato e normale prendersela con la causa e non con l'effetto.

È la gente come Berlusconi, e come Bossi, che ha voluto questa Italia, e la gente che votava PCI, la gente che fa parte della sinistra, Turco, Napolitano, Trentin, io, LH, non ha saputo rispondere a dovere, anzi, spesso ha dato una mano a chi voleva questo stato di cose.
Mi rimane che se non ci fosse stata la causa (Berlusconie cricca), non ci sarebbe nemmeno stato l'effetto marcio, o la concausa involontaria, la causa aggiunta per incapacità, deficienza, stupidità, quello che ti pare (ovvero la sinistra italiana tutta).

Se lo stupratore non trova resistenza nella stuprata, comuqnue in prigione deve finirci lui, non la stuprata... magari perché "lo provocava".

Onan jr. ha detto...

Mi è rimasto impigliato un pezzettino, questa devo dirla mi scappa: riguardo agli accordi tra il Pci degli anni 80 (emissario Veltroni) e Berlusconi c'è questo libro:

http://www.scuolanticoli.com/libri/pagelibri_016.htm

Riguardo all'anonimo precedente, sono d'accordo con lui su tutto, nonostante io sia stato cresciuto a Nutella, tv, ozio e prugne secche.

Onan

peppermind ha detto...

Be', non fatico a credere quel che leggo, sebbene siano poco documentati (accordi segreti... e se erano segreti com'è che De Lucia li conosce?).
Ma mi pare chiaro che negli anni 80 ben pochi avevano capito quel che stava succedendo, probabilmente anche Berlusconi si è trovato a fare cose che non aveva preventivato (lo stesso scendere in campo, mi sa).

Ma anche se fosse che il PCI ha permesso "il nuovo schifo che avanza", non si torna a bomba?

SE, dico SE, siritiene un MALE lo stato attuale delle cose, a chi si imputa la colpa?
A chi voleva per certo questo stato di cose, o a chi ha permesso che chi lo voleva lo ottenesse?

Che la dirigenza PCI, sfociata nei DS, non fosse esente dalla malattia affaristica che affligge ormai tutta l'Italia, è assodato.

Ma chi ha diffuso il virus?

Non c'è un metodo scientifico per sostenerlo.
Ad esempio per me è gente come Miglio, che fa degli interssi economici uan teoria politica (il denaro alla base della convivenza sociale? No ma, funziona!).

Per te sarà la naturale predisposizione all'inganno dei dirigenti comunisti, sindacalisti, e via dicendo, che dietro a tante belle parole sulla divisione dei beni, volevano solamente uan fetta della torta, se non tutta.

Punti di vista.

Io vado a naso: mi guardo intorno, e vedo che persone sono quelle a cui sta bene Berlusconi, Miglio, Bossi, Gasparri e La Russa... e vedo che persone sono quelle a cui non stanno bene Vletroni, D'Alema, Bertinotti e Trentin, ma non c'è altro, si tappano il naso e sperano nell'intervento degli alieni.

Mi guardo intorno, e il giudizio è presto fatto: meglio degli ideali, magari non rispettati, ma buoni, che degli ideali costruiti appositamente su bisogni egoistici e spacciati come validi per l'ottenimento del bene comune.
Me lo dicono le persone che vedo.

Anonimo ha detto...

Mink te lo avevo detto di mollarlo (a costo di sembrare filosoficamente ignorante e sinistrorso).

Ha una logica da testimone di geova, cosa stai lì a perderci tempo?

L.H.

peppermind ha detto...

Io i testimoni di geova me li sgranocchio a colazione, sarà quello che mi ha attirato...

Onan ha detto...

Testimone di Geova lo dici assoreta...