mercoledì 21 ottobre 2009

Tango tanto.

L’uomo e la donna si guardano.
Accigliati.
La musica inizia, decisa, un battito vitale.
La luce è roca, densa, dai contorni sfumati.
Respirano a ritmo.
L’uomo fa due passi, intreccia le sue dita con quelle della donna, cingendola in vita.
Iniziano a ballare.


Lui, steso nel letto, le mani sotto il guanciale, ha gli occhi chiusi.
Sorride.
Annusa quel che traspira.
Lei già dorme leggera, voltata sul fianco.
La curva di un gluteo.
Un frutto morbido, tra lenzuola blu.

L’uomo e la donna ballano.
Ballano.
Salgono su un divano, ne calciano via i cuscini, roteando i loro corpi, lei distende la nudità di una gamba, disegnando un arco sospeso.
Si fermano, si toccano con la testa, fissandosi dentro, crudeli, e riprendono.
Seguendo il respiro sonoro.


Lei parla.
Lo prende in giro.
Cambia discorso.
Pensa, tacendo.
Corre in avanti, si ferma.
Parla indicando qualcosa.
Lo guarda.
Lui cammina con calma.
La guarda, la ascolta.
Ogni tanto la raggiunge.
Si ricorda di tutto.

L’uomo la stringe a sé, poi la allontana.
La donna acconsente e cambia prospettiva.
Si inarca all’indietro, i suoi occhi scorrono i libri dello scaffale più alto, il soffitto scuro, poi tornano in quelli dell’uomo.
Ballano ancora, incedono, salendo su una scrivania.
Tastiere di computer, libri, penne sparse e monitor, si alzano come terriccio.
Ballano tra le cose, scompigliandone la placida esistenza.


Lei ride.
Lui ride.
Si abbracciano, si accudiscono.
Poi lottano ridendo.
Ridono ancora.
E poi scopano.
Guardano un film.
Non riescono a finirlo, scopano ancora.
Poi riprendono il film, da quel fotogramma che li ha osservati per tutto il tempo.
Ma si addormentano.
Sognando titoli di coda, paesaggi dagli orizzonti lontani.
E sale loro in gola ancora una risata.

L’uomo è caldo di sudore.
La donna ci si mischia.
Ballano, ballano ancora.
Due passi e sono sul davanzale della finestra.
Girano il volto verso quella penombra d’arancia e sale che pulsa da dentro la stanza.
Poi guardano gli alberi irrequieti di sole che gesticolano fuori.
E saltano.
Ancora ballando.
Nella luce delle case e dei portoni.
Tra la gente.
Tornando a fissarsi negli occhi.
Un mezzo sorriso.
Ballando.

29 commenti:

Lindalov ha detto...

lui e lei.. ne manca uno alla finestra.. o é saltato giù?
:-)

eppifemili ha detto...

che romanticoooooooooooooo!!!

niki ha detto...

Come vorrei riprovare ancora queste emozioni...
niki

lise.charmel ha detto...

e allora tango!
che bella la gattona, vengo lì a strofinartela tutta che la mia non me lo fa fare

Anonimo ha detto...

sai che mi hai ricordato un chinasky addolcito?
(oh, Bukowski ed milan, non facciamo la panna eh?)
;)))
gmai

marlene ha detto...

con queste parole accompagnate da un "caschè" qualsiasi donna ti cadrebbe ai piedi...
attento poi a non inciamparci :D
p.s. qualcosa mi dice che questo è il tuo adorato felino :)
baci alla marlen

argentofuso ha detto...

Ben detto Pepper, le immagini da te descritte, danno il senso dell'unione... e della poesia che può esserci tra due persone.
MA IL GATTO? OSSERVA SILENZIOSO?

Danny Marreto (quello del Canile...)

peppermind ha detto...

@Lindalov: Tutti e due saltati giù... la gatta è solo sollevata dal fatto :P

@eppi: e vabbe', m'è presa così... capita anche nelle peggiori famiglie >.>

@niki: Spero che le riproverai...

@Lise: Vieni pure :)
Anche se, ti avverto, che è diffidentona...

@Gmai: Immagino sia bello che io sia un chinasky addolcito!
Grazie!
O no?
BOH!
Panna acida per tutti...

@Marlene: più facile che le accompagni con un cachet :P
Sì, quella nella foto è la mia affittuaria >.>

@Argentofuso: Ciao Danny!
Diciamo che osserva pensando: era ora che i due rimbambiti si levassero di torno... ma dove ceppa stanno andando?
AHHHH, rimbambiti.

niki ha detto...

Dopo quello ciò che è successo non sono mi fido più!!! Passerà mooooolto tempo e devo solo ringraziare una persona! :-(
Forse cambiando compagno!!!
che tristezza estrema...
niki

peppermind ha detto...

Niki... scusa se mi faccio gli emeritissimi cazzi tuoi ma: mi hai messo la scimmia, adesso.
Che è successo?
Hai un blog, un tumbrlrfsrl o un quaccheccosa dove leggerti?

niki ha detto...

caro pepper è successo un casino.
il blog è niki-neuro blogspot ma c'è da poco quindi non c'è molto. ti aggiornerò.ciao e grazie :-)
niki

niki ha detto...

ma si può essere così rinco da non riuscire a postare un commento sul proprio blog?
sono rinco!elaboro con calma...
niki

Furfi ha detto...

Che bello leggere e leggerti.
Sei così diverso da come credevo che fossi che quasi penso di non conoscerti affatto.

MeA ha detto...

Ciao! Anche qui è una figata!Per non parlare delle informazioni personali che mi hanno fatto morire dal ridere :D complimenti davvero per il blog!

Anonimo ha detto...

urca che bel post.
e che bel tango.

c13

Anonimo ha detto...

bella anche la gatta.
soprattutto sua.

vish

Elle ha detto...

Musica, ritmo, sudore, affanno, vertigine, respiro che si rompe in gola mescolato a giravolte e tante risate.
La penombra d’arancia e il sale che pulsa da dentro la stanza, sembra di sentirli in bocca.
Ma è la gatta colta in un momento di voyeurismo estremo il vero bijoux...

Claudio dei Norma ha detto...

Meglio essere sinceri. Sono talmente abituato a un altro (o a un altro ancora) tenore dei tuoi commenti che non so cosa dire.
Per cui taccio.
Alla prossima.

peppermind ha detto...

@niki: Sono questioni tue, ci mancherebbe.
Perdona la mia curiosità malsana >.>

@Furfi: Grazie :)
Chi lo sa, chi lo sa... secondo me sai bene chi io sia :)

@Mea: Grazie!

@C13: Be'... ringrazio sentitamente :)

@vish: Bella sì, continua a essere bella.
Mia... chi lo sa.
Più "sua" di se stessa, direi.
ma forse intendevi quello.
(Grazie)

@Elle: Mi piaceva pensarla lì... dopo la tempesta, come :P

@Claudio: Mi piacerebbe comunque sapere che ne pensi, tu, maestro della scrittura tra sogno e realtà.
Ma qui dentro, almeno qui, veramente, puoi fare quello che ti pare.

niki ha detto...

Al contrario mi fa molto piacere il tuo interessamento, si evidenzia il tuo animo sensibile.
niki

Anonimo ha detto...

era un complimentone certo!
(quando ce vò ce vò!)
;))))
gmai

peppermind ha detto...

@niki: Ahem, mi cogli alla sprovvista così >.>

@gmai: Anche tu mi sprovvisti >.>

niki ha detto...

Sprovvistati!
niki

melania ha detto...

si, mi manca, mi manca proprio osservare il mondo/vivere il mondo/ entrare nelle situazioni con gli occhi di un uomo, come un uomo...sempre e solo da donna uffah..c'è della parzialità in tutto questo!

VicKy ha detto...

Tempo fa scrissi di un tango, unico momento di comunicazione profonda tra un uomo e una donna orami lontani nella vita quotidiana. Comprendo ora che allora avevo intuito come l'unico modo di relazionarsi passi attraverso un movimento interno che, quando è armonicamente reciproco, crea l'immagine di una danza perfetta, appassionata e sensuale. Bello :)

Anonimo ha detto...

a me la vicKy
mi fa morire
mi fa
la vicKy
pep
è proprio
GRANDE
io per la vic ci ho un debole
che è così
lievemente profonda

la vicKy in quattro righe dice
tanto, ma proprio tanto...

CIAO VIC
CIAO PEP

BUONA SETTIMANA
a voi
e anche alla gmail
e anche alla marlene
e anche al claudio

e a tutti

e ma pep mi domando:
ci hai fatto l'henné
a quella gatta lì?

sul post non dico niente
che le robe i sesso mi imbarazzano
e quelle di amore
peggio

:-)

l'ale

peppermind ha detto...

@niki: Sprovvederò|

@Melania: ... ma almeno c'è ancora un po' di sorpresa.
Io amo le donne ANCHE per questo, perché mi forniscono di nuovi occhi, nuovi sensi. :)

@VickY: E appunto, cogli un bell'aspetto, e in un modo tuo, femminile, di quel che... significa, diciamo, questo pezzo.
Vorrei leggere il tuo però :)

@L'Ale: Sì, la VicKy è ganza :)
No, la gatta è così, autentica... coloratissima.
"Macedonio" la chiamavano, quando pensavano fosse un maschietto, le figlie di una mia amica :)

VicKy ha detto...

@L'Ale
Grazie L'ALE! Che a me lievemente profondanon me lo ha detto mai nessuno, ed è bellissimo perché credo siano stati in molti a pensare che ero pesantemente profonda, cioè una palla! :)

@peppermind
E con te ho fatto l'amplein!
Mì, che sùn sempr(e) stat(a) un maschiacc(io)! (pessimo tentativo di imitare il milanese)...
Ma non credo che pubblicherò il racconto sul tango (era la sceneggiatura per un corto, in realtà), troppo lontana da ciò che sono e penso ora. Magari la rivedo.

p.s. Lo sapevate che i gatti tricolori sono solo femmine? SAPEVATELO! Su Rieducational Channel!

cantoediscanto ha detto...

io adooooro il tango (che non ho mai ballato), però quando lo imparerò (perché lo imparerò, tsè) mi immagino una fine diversa. :/
Tutto questo però per dire (anche che) è un gran post.
E che uso troppe parentesi.
E tante altre cose, tipo che hai una bella gattona.
e che adesso mangio.